Business Week 
Image
Business Week Image

Perché Linux è Meglio


Dimenticati dei driver

I pezzi hardware nuovi, anche i più semplici, di solito sono abbinati a un CD. Sul CD, c'è un software molto piccolo chiamato "driver". Se leggi il manuale di istruzioni, saprai che l'hardware non funzionerà su un computer Windows finchè non installi il driver. Se sei come la maggior parte delle persone e non leggi il manuale, allora lo capirai da solo quando vedrai che il tuo nuovo gioiellino high-tech non funziona appena inserito.

Inserisci il CD, clicchi sull'installazione guidata, aspetti, estrai il CD, riavvii il computer.

Se hai comprato l'hardware qualche tempo fa e lo stai ri-usando su un altro computer, probabilmente ti sarai dimenticato del CD e cercherai l'ultima versione del driver sul sito del produttore. Il che può richiedere un po' di tempo, visto anche, huh diciamo... come sono stranamente organizzati i siti di alcuni produttori.

Ok, questo era solo un pezzo di hardware. Ora immagina di dover installare Windows in un nuovo, intonso computer. Per ogni piccolo pezzo di hardware dovrai trovare l'ultimo driver (o usare un CD), installarlo, e riavviare ogni tanto. Scheda video, scheda audio, tastiera, mouse, chipset della scheda madre, ecc. (meglio fare il driver della scheda video per primo o ti ritrovi ad ammirare il tuo schermo di alta qualità con una risoluzione molto bassa). E questo succede solo dopo un'installazione alquanto lunga dello stesso Windows.

Linux non ha bisogno di driver separati. Tutti i driver sono già inclusi nel kernel Linux, il cuore del sistema, ed è lo stesso con ogni singola installazione di Linux. Questo significa: